Background Image

Sviluppo di processi di verniciatura all’acqua

Vernici ad acqua


Vernici ad acqua

Image title

L’imminenza dell’entrata in vigore di nuove restrizioni in ambito ambientale all’uso di solventi per vernici è stato l’incentivo per investire in un progetto finalizzato a sostituire le attuali vernici liquide a spruzzo con delle vernici a base acquosa.

Tale progetto che vede come protagonisti la nostra azienda, Certottica e il W3C, centro carinziano di competenza sul legno, è stato inserito nel Programma Interreg IV Italia-Austria.

Il progetto si proponeva di incentivare l’utilizzo di vernici che avessero un minore impatto ambientale ma che allo stesso tempo avessero la medesima resistenza, aderenza e applicabilità su legno, plastiche e metallo e di sviluppare nuove formulazioni basate sulle nanotecnologie. Sono state inoltre studiate le procedure più convenienti per ridurre i tempi necessari al cambio della produzione da solvente ad acqua così da consentire alle PMI di rispettare le sempre più restrittive normative in ambito ambientale.


I numerosi test preliminari sono consistiti nel provare resine diverse, che, per essere diluite, usino poca acqua e che permettano di formulare miscele aventi i seguenti requisiti:


Aderenza al substrato.

Assenza di ristagni per evitare rigonfiamenti specialmente nel caso del legno.

Uniformità di stesura e degli spessori della vernice riportata tramite aggiunta, alla stessa, di pigmenti metallici, affinché il FISCHERSCOPE possa leggere i µ.

Tenuta della vernice ai solventi: acqua, acetone, ammoniaca, sudore sintetico.

Resistenza meccanica.


Per tre anni Elsy Research srl ha proseguito nello studio delle miscele con resine solubili in acqua, con le quali sono stati realizzati provini su metallo e plastica che sono stati testati nei laboratori di Certottica e provini in legno che sono stati testati nei laboratori di W3C.

Non essendo riusciti a trovare un’unica vernice che possa essere applicata sui 3 prodotti base: legno, metallo e plastica, lo sviluppo del prodotto è proceduto su 2 indirizzi:

  • una vernice bicomponente che possa reticolare a temperature più basse per applicazione su acetato di cellulosa che è la materia prima più usata nel settore occhialeria
  • una vernice acrilica con cottura a 150°C per metallo e legno.


Elsy Research srl si è focalizzata sulla vernice acrilica a base acquosa, che ha dimostrato di soddisfare tutti i requisiti richiesti:

a) tenuta all’alcool e solventi vari (acetone, ecc…)

b) tenuta al sudore sintetico

c) aggrappaggio

d) resistenza al graffio superiore ai normali prodotti in commercio

e) elasticità

f) resistenza all’ingiallimento

g) spessore adeguato e uniforme

h) reticolazione con UV o tradizionale

i) tenuta alla nebbia salina.


La formulazione ottenuta può essere applicata agevolmente anche sul legno evitando il rigonfiamento dello stesso, essendo un prodotto a elevata viscosità.

L’applicazione non è particolarmente difficoltosa: il problema esiste se si pretende di utilizzare lo stesso impianto usando, contemporaneamente, vernici a solvente e ad acqua: dove c’è solvente organico non può esserci l’acqua.

L’impianto a base solvente si può convertire in quello ad acqua senza eccessivi investimenti ma, se la riconversione non è possibile per ragioni che potrebbero essere la riproducibilità di colori o la difficoltà di addestrare il personale, è necessario procedere per un periodo con le due tecnologie.


Essendo chiaramente emerso nello sviluppo di questo progetto che la problematica più rilevante è l’informazione e la sensibilizzazione delle PMI, si è rivelata molto importante la Tavola Rotonda intitolata “Vernici all’acqua: vantaggi, limiti, prospettive” che si è tenuta a Certottica il 28 Marzo 2014 nella quale il dott. Gajo Mauro ha svolto una relazione dal titolo “Il futuro delle vernici ad acqua”. Questo evento ha consentito un confronto con aziende di rilevanza internazionale su tutti gli aspetti principali della problematica: prodotti, impianti, normative.


Facciamo presente a tutti gli interessati che è possibile richiedere gratuitamente tutti gli approfondimenti tecnici emersi durante lo sviluppo della ricerca, contattandoci direttamente, telefonando al numero 0438 208911 oppure inviando una mail all’indirizzo info@elsyresearch.com